Con il Freddo Arrivano gli Acciacchi: Realtà o Bufala?

Con il Freddo Arrivano gli Acciacchi: Realtà o Bufala?

Il legame tra atmosfera e dolori fisici è uno dei dibattiti più vecchi e accesi di tutti i tempi.

Quante volte, soprattutto dalle persone con età un po’ più avanzata, ci sentiamo dire “Eh acciacchi della vecchiaia”, oppure “Eh dolorini per il cambio del tempo”.

Proprio in questa seconda esclamazione, possiamo avere già un forte segnale del pensiero riguardo l’argomento che stiamo trattando.

Come per qualunque altro argomento, diverse sono le opinioni delle persone, ma talvolta si scaturisce anche per formulare ipotesi un po’, come dire, davvero fuori dalle righe, passatemi il termine!

Uno dei tanti pensieri che possono sembra assurdi? Il legame che si viene a creare tra atmosfera e dolori fisici è cosi solido tanto da riuscire ad intuire attraverso i propri dolori quali siano gli imminenti cambiamenti del meteo.

Una assurdità, non credete? Eppure non possiamo dimostrare il contrario, bensì esprimere su di essa solamente il nostro parere. Per me sembra assurdo, per voi?

In tutto questo discorso, è fuori da ogni dubbio il fatto che l’aumento dei dolori articolari abbia effetti determinanti sulla qualità della vita quotidiana, mentre non si può dire lo stesso di quanto le articolazione dei nostri corpi siano effettivamente sensibili alle variazioni meteorologiche tanto da suscitare dolore.

Proprio riguardo il discorso che stiamo facendo, come sempre voglio citarvi qualcosa di concreto per dimostrarvi che ciò che penso non è poi del tutto insensato.

Il primo studio effettuato, a cui faccio riferimento, è quello riportato in un articolo della rivista “Stat”, nel quale si parla dell’uscita di due recenti studi australiani che sembrano demolissero il mito sopracitato.

Pubblicato sulla rivista Pain medicine, la prima osservazione è stata effettuata su 981 pazienti che ricercavano assistenza per dolore lombare acuto.

Facendo qualche ipotesi, e riflettendoci su, se questi episodi di mal di schiena fossero stati scatenati dai cambiamenti atmosferici, nell’incrociare i dati meteorologici sarebbero dovute emergere dei legami. Dopo continue ricerche e dimostrazioni, si è arrivati alla conclusione che non sembra esserci alcun rapporto.

Il secondo studio invece, pubblicato un mese dopo su Osteoarthritis and Cartilage. trattava di pazienti colpiti da artrosi al ginocchio, ed era rappresentato da una specie di diario online su cui i medici ricevevano segnalazioni di miglioramenti o peggioramenti dei dolori da parte dei loro pazienti.

Anche in questo caso, la conclusione riscontrata è identica a quella dello studio precedente, dove non vi è dimostrato alcun rapporto tra i due fenomeni.

Questa questione però, come ho già detto all’inizio, è stata già trattata diversi anni fa, come ad esempio negli anni ’90, in cui lo psicologo Amos Tverski firmò con il medico Donald Redelmeier un lavoro da effettuare su un piccolo campione di pazienti affetti da artrosi. Anche qui, non vi furono alcuni casi che dimostrassero la relazione tra meteo e tendenza umana.

Nonostante questi diversi studi, l’unica certezza che si ha è che, per adesso, non è presente alcun consenso sugli effetti del tempo atmosferico su alcune condizioni.

Non vi nascondo però, che alcuni studi abbastanza recenti hanno trovato qualche relazione. Ma indovinate un pò I risultati ottenuti appaiono molto contraddittori.

Allora la domanda con cui vi lascio, è : “Siamo o non siamo legati all’atmosfera meteorologica?”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *